Assoidroelettrica | Audizione al Parlamento Europeo: Novità sul Nuovo Decreto FER e sul futuro del Mercato Elettrico in Europa
5777
post-template-default,single,single-post,postid-5777,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Audizione al Parlamento Europeo: Novità sul Nuovo Decreto FER e sul futuro del Mercato Elettrico in Europa

Una delegazione di Assoidroelettrica nel corso di un’odierna audizione è stata ascoltata presso il Parlamento Europeo dagli Onorevoli De Monte, Zanonato già Ministro dello Sviluppo Economico ed altri Europarlamentari per avere delucidazioni in merito al Nuovo Decreto FER, ribadendo l’importanza degli emendamenti già presentati al Ministero dello Sviluppo Economico alla fine dello scorso anno.
In aggiunta Assoidroelettrica, preso atto della possibilità che per alcuni impianti a biomassa sia concessa un’estensione del periodo incentivato, ha evidenziato che al fine di evitare intollerabili quanto ingiuste sperequazioni, parimenti, sarebbe necessario estendere di cinque anni il godimento dell’incentivo economico anche a tutti quegli impianti che inizialmente beneficiavano dei Certificati Verdi.
Nel corso dell’odierna audizione Assoidroelettrica ha appreso che in merito al citato Nuovo Decreto pochi giorni fa la Commissione Europea ha formulato all’Italia una richiesta di integrazioni. Bruxelles da quando avrà ricevuto le predette integrazioni avrà sessanta giorni di tempo per richiedere ulteriori integrazioni oppure esprimere un giudizio definitivo.
La Commissione Europea ha avviato la consultazione pubblica sul futuro del Mercato Elettrico in Europa, argomento ritenuto da Assoidroelettrica di grande importanza e trattato nel corso dell’odierna audizione. Il Parlamento Europeo  su questo dossier sarà chiamato ad esprimersi in plenaria entro il prossimo mese di giugno. Essendo ancora solamente in fase consultiva e non in quella della discussione della proposta legislativa il Parlamento, come per altro le altre istituzioni UE, esprime solo posizioni di indirizzo. Entro l’anno la Commissione Europea licenzierà la proposta di direttiva riguardante molteplici aspetti del Mercato dell’Energia Elettrica. Di particolare importanza per il comparto dell’idroelettrico in Italia, con specifico riferimento agli impianti di piccola taglia, è la salvaguardia della priorità di dispacciamento motivo per il quale questa Associazione sta partecipando con grande impegno alle attività connesse a questa proposta legislativa, la cui piena efficacia si stima possa concretizzarsi nel 2020.