Assoidroelettrica | Regione Abruzzo: sui Canoni una Grande Vittoria per i Produttori
6132
post-template-default,single,single-post,postid-6132,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Regione Abruzzo: sui Canoni una Grande Vittoria per i Produttori

In materia di canoni si è giunti ad una recente sentenza della Corte Costituzionale che riporterà l’Abruzzo alla normalità.
La sentenza n.59 del 24 marzo 2017 con cui la Corte ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art.1, comma 1, lettera a, della Legge della Regione Abruzzo 13 aprile 2016, n.11 (modifiche alle leggi regionali 25/2011, 5/2015, 38/1996 e 9/2011), nella parte in cui, nello stabilire il costo unitario del canone per l’uso idroelettrico, prevede che esso sia dovuto “per ogni kW di potenza efficiente” anziché “per ogni kW di potenza nominale media”.

 

Numerose erano state le segnalazioni fatte da Assoidroelettrica in merito alla sopracitata, sbagliata, applicazione dei canoni da parte della Regione Abruzzo le cui conseguenze per i Produttori Idroelettrici erano davvero insostenibili. Importante, ai fini del raggiungimento dell’obiettivo, è risultato anche il lavoro svolto dall’Avv. Ilaria Conte, Membro della nostra I Commissione – Affari Legali, Regolatori e Fiscali.

 

Sempre in materia di canoni, per Assoidroelettrica, un altro importante obiettivo è rappresentato dal confronto che in questi giorni sta avendo con i vertici della Regione Toscana. Anche in questo caso si auspica di poter garantire ai Produttori ricadenti sul Territorio Regionale il ripristino di oneri congrui.

Cliccando sul link sottostante è possibile prendere visione integrale del testo della sentenza.

 

Consulta Costituzionale – Sentenza n. 59 del 24 marzo 2017