Assoidroelettrica | Consiglio Nazionale della Green Economy: il Contributo di Assoidroelettrica alle Proposte per una nuova Strategia Energetica Nazionale Sostenibile al 2030 per l’Italia
6186
post-template-default,single,single-post,postid-6186,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Consiglio Nazionale della Green Economy: il Contributo di Assoidroelettrica alle Proposte per una nuova Strategia Energetica Nazionale Sostenibile al 2030 per l’Italia

Si è appena concluso il tavolo del Gruppo di Lavoro “La Strategia energetica nazionale, il Piano clima ed energia e l’Accordo di Parigi” del Consiglio Nazionale della Green Economy, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente, del quale Assoidroelettrica è membro effettivo.
Nel corso di questo primo incontro dell’anno si è discusso delle Proposte per una nuova Strategia Energetica Nazionale Sostenibile al 2030 per l’Italia. Ciò in considerazione della Strategia Energetica Nazionale, la cui pubblicazione è attesa per il giorno 10 p.v., della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile e del Pacchetto Clima, atteso per inizio 2018. Si tratta linee guida che detteranno gli indirizzi al 2030, realtà nei cui lavori Assoidroelettrica ha un ruolo da protagonista.
Nel corso dell’appuntamento odierno si è discusso dei possibili emendamenti da presentare al documento consultabile premendo il pulsante a fondo pagina. Il predetto documento, già ben improntato, può infatti essere oggetto di ulteriori ottimizzazioni. Assoidroelettrica ha oggi confermato di mettere a disposizione i circa 40 validissimi Professionisti costituenti le commissioni di lavoro dell’Associazione. Tuttavia chiunque ritenga, leggendo l’allegato documento, di voler fornire elementi utili al suo miglioramento può farlo inviando il proprio contributo a segreteria@assoidroelettrica.it

 

Proposte per una nuova Strategia Energetica Nazionale Sostenibile al 2030 per l’Italia