Assoidroelettrica | I Recenti Incontri Istituzionali di Assoidroelettrica
6316
post-template-default,single,single-post,postid-6316,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

I Recenti Incontri Istituzionali di Assoidroelettrica

Negli ultimi due giorni Assoidroelettrica ha partecipato al Gruppo di Lavoro Energia Elettrica dell’Osservatorio Permanente dell’AEEGSI, del quale fa parte, ad un incontro con il Segretario Generale del Ministero dello Sviluppo Economico, Dott. Andrea Napoletano, ed in infine al Gruppo di Lavoro “Indirizzi per una migliore gestione della risorsa idrica”, del Consiglio Nazionale della Green Economy, di cui è membro. Il preciso intento dell’Associazione è sempre quello di essere presente a tutti i tavoli Istituzionali per rappresentare in modo fattivo le esigenze della Categoria.


Al Gruppo di Lavoro presso l’Autorità si è discusso prevalentemente della delicata questione della più idonea collocazione degli oneri di sistema relativi alle rinnovabili, oggi interamente ricadenti sulla componente A3, oltre all’importante tema della prima apertura del mercato per il servizio di dispacciamento (MSD) alla domanda elettrica e alle unità di produzione anche da fonti rinnovabili non già abilitate nonché ai sistemi di accumulo ed anche dell’istituzione di progetti pilota in vista della costituzione del testo integrato del dispacciamento elettrico (TIDE) coerente con il balancing code europeo.
In merito a tali innovative introduzioni, Assoidroelettrica ritiene che anche i piccoli impianti idroelettrici potranno partecipare al MSD con un’offerta a “scendere” quindi riducendo la potenza, ciò è pienamente fattibile, a condizione però che agli impianti incentivati sia comunque garantita l’erogazione dell’incentivo sulla mancata produzione.


Nell’incontro al MISE Assoidroelettrica si è presentata al fianco dei rappresentanti della Filiera delle Rinnovabili di FINCO. Fra i temi trattati vi è quello del nuovo Decreto FER, per il quale Assoidroelettrica ha rappresentato le esigenze di un ulteriore incontro ad inizio settembre volto a garantire il proseguo del rapporto di collaborazione che si auspica possa consentire tempi più ristretti per l’ottenimento del nuovo Regolamento. Su questo fronte si segnalano degli sviluppi, risale infatti al giorno 19 u.s. l’approvazione alla Camera di alcuni emendamenti inseriti in un Disegno di Legge che introduce soglie di 1MW per le aste dell’idroelettrico e, purtroppo, la destinazione del 50% delle risorse che si liberano per le rinnovabili a favore della riduzione della componente A3, ciò dovrebbe quindi determinare che solo la metà delle risorse derivanti dal termine del periodo incentivato degli impianti esistenti saranno ricollocate a favore di nuove centrali.


Infine l’Associazione ha oggi partecipato al Gruppo di Lavoro “Indirizzi per una migliore gestione della risorsa idrica” presso il Consiglio Nazionale della Green Economy. In tale ambito la principale proposta avanzata dall’Associazione è inerente la transizione dal Deflusso Minimo Vitale al Deflusso Ecologico. Gli effetti dei cambiamenti climatici, palesemente riscontrabili in questi giorni, testimoniano infatti che la volontà debba essere quella di causare un danno minore per non cagionarne uno maggiore, pertanto è di fondamentale importanza sensibilizzare le Amministrazioni competenti sul fatto di dover garantire la massima produzione di  rinnovabili al fine di contrastare i cambiamenti climatici.


Chiunque desideri ricevere ulteriori informazioni in merito può scrivere all’indirizzo segreteria@assoidroelettrica.it