Assoidroelettrica | Le Recenti attività di Assoidroelettrica per il Territorio
6397
post-template-default,single,single-post,postid-6397,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Le Recenti attività di Assoidroelettrica per il Territorio

DISTRETTO IDROGRAFICO DEL PO: DIRETTIVA DERIVAZIONI

In data odierna l’Associazione ha partecipato ad un ulteriore momento di confronto organizzato dall’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po in merito alla cosiddetta Direttiva Derivazioni. Assoidroelettrica nulla ha aggiunto rispetto all’importante contributo giù fornito, per altro pienamente condiviso dalla localmente organizzata Federidroelettrica.
A circa un mese dalla prevista data di adozione del provvedimento, Assoidroelettrica manifesta forti perplessità in merito ad i nuovi progetti, con particolare riferimento a quelli di piccole e medie dimensioni, i quali sono quelli a più basso impatto ambientale che ben si sposano con i molteplici contesti territorialmente diffusi, nel complesso, capaci di garantire un importante apporto di energia rinnovabile.
Anche in merito ai rinnovi non mancano certo le preoccupazioni. L’Associazione farà nuovamente presente al Ministero dell’Ambiente come il rispetto delle norme comunitarie del nostro Paese avvenga con un rigore assai più rigido che altrove, in un contesto dove la durata delle concessioni non è certo di 80-90 anni ma bensì pare essere ad orologeria.Premendo i link seguenti è possibile prendere visione dei contributi di Assoidroelettrica.

Assoidroelettrica – Analisi Direttiva Derivazioni
Assoidroelettrica – Integrazione all’Analisi Direttiva Derivazioni

 

 

REGIONE MARCHE: UN IMPORTANTE CONFRONTO CON I VERTICI APICALI DELL’UFFICIO VIA

Martedì u.s. presso la sede della Regione Marche Assoidroelettrica ha avuto un importante momento di confronto con i vertici dellUfficio VIA. L’Associazione ha così avuto modo di poter trattare ad ampio raggio il tema dei nuovi rilasci ed anche dei rinnovi, facendo pesare la giusta distinzione che deve intercorrere fra gli storici e seri operatori di settore e gli speculatori alla ricerca stremata di siti, anche sfavorevoli, con il preciso intento di rivendere titoli concessori ed autorizzativi ottenuti.

 

 

REGIONE UMBRIA: L’AUMENTO DEI CANONI

A fine 2015 Assoidroelettrica fu la sola Associazione specifica per la Fonte Idroelettrica ad impugnare il provvedimento mediante il quale la Giunta Regionale aveva ingiustificatamente aumentato sensibilmente i canoni di concessione. Ciò avveniva grazie al prezioso ausilio dell’Avv. Giovanni Battista Conte.
Ad oggi purtroppo non sono stati conseguiti i risultati attesi, l’Associazione sta pertanto valutando il da farsi.

 

 

REGIONE TOSCANA: SCADE DOMANI IL TERMINE PER L’INVIO DEI MODULI NECESSARI AD OTTENERE LA SCONTISTICA SUI CANONI

In Toscana le azioni di contrasto all’incremento dei canoni poste in essere da Assoidroelettrica hanno invece dato luogo a risultati assai positivi.
Entro domani è necessario inviare alla Regione i moduli relativi alle scontistiche da richiedere.
Come già indicato nel Comunicato Stampa 110/2017 del 11 ottobre u.s., è’ possibile scaricare la modulistica da compilare premendo i link seguenti.

Modulo di richiesta riduzioni

Allegato – Modulo adesione al sistema di rilevamento centralizzato

Fac-Simile compilazione Modulo di richiesta riduzioni
Inoltre, premendo il link sottostante è possibile prendere visione della pagina riepilogativa messa a disposizione dalla Regione Toscana:

Regione Toscana – Modalità di pagamento dei canoni

 

 

REGIONE PIEMONTE: AD UN ANNO DALL’ALLUVIONE L’INCONTRO IN VAL TANARO CON I PRODUTTORI E LE AUTORITA’ LOCALI

Da inizio anno l’Associazione ha promosso un ciclo di incontri sul territorio denominati “Presente e Futuro dell’Idroelettrico” – presi come esempio anche da altre realtà associative – volti a trattare diversi temi di interesse quali Strategia Energetica Nazionale, Pacchetto Clima, Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, transizione dal DMV al Deflusso Ecologico e compatibilità degli impianti con le nuove norme di tutela dei corpi idrici.

In Valle Tanaro, esulando in parte dai temi di cui sopra, l’Associazione ha deciso di organizzare un mirato evento la cui data sarà a breve confermata ma ricadente a circa un anno esatto dalla tragica alluvione degli scorsi 20 e 21 novembre 2016. All’evento, che si terrà presso la sala conferenze dell’Unione dei Comuni di Garessio, saranno presenti le autorità politiche locali e regionali al fine di discutere assieme di ciò che è stato fatto e di quanto purtroppo ancora è da fare. Nel corso della giornata i legali di Assoidroelettrica spiegheranno ai produttori come poter chiedere la sospensione del pagamento dei canoni nel periodo in cui gli impianti sono stati fermi a causa del loro danneggiamento e come poter chiedere al GSE il recupero del periodo incentivato purtroppo non goduto a causa della mancata produzione degli impianti.
Con l’occasione Daniele Cerato, Giorgio Colombo, Marco Galfrè, Luca Macario, Daniele Pirra, Andrea Porro e Dario Ughetto – membri delle Commissioni di Assoidroelettrica – illustreranno l’importante studio condotto in merito alla nuova “Direttiva Derivazioni” depositato all’Autorità di Bacino del Po.

La partecipazione è aperta a tutti gli operatori previa registrazione all’indirizzo email segreteria@assoidroelettrica.it