Assoidroelettrica | Nuovo Decreto FER: Assoidroelettrica incontra il Viceministro
6762
post-template-default,single,single-post,postid-6762,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Nuovo Decreto FER: Assoidroelettrica incontra il Viceministro

Assoidroelettrica, presso il MISE, ha oggi incontrato il Viceministro allo Sviluppo Economico Teresa Bellanova al fine di discutere del nuovo Decreto FER, la cui bozza è ormai pronta. A mostrare particolare interesse all’argomento, presente all’odierno tavolo, anche l’On. Stefano Pedica.
L’Associazione ha voluto ulteriormente ribadire l’importanza di garantire l’accesso agli incentivi a tutte quelle iniziative già cantierabili dal punto di vista autorizzativo, evidenziando l’importante valenza ambientale delle stesse.
Con riferimento al mantenimento dello stato qualitativo delle acque, da tempo sollecitato dalla Commissione Europea, Assoidroelettrica ha rassicurato i presenti affermando che oggi specifiche e mirate campagne di monitoraggio rappresentano uno scientifico strumento capace di attestare la corretta gestione di una derivazione, quindi la sostenibilità di ogni singolo impianto. Assoidroelettrica nell’affermare ciò ha confermato la propria identità di Associazione Ambientalista che si pone quale obiettivo primario la piena tutela ambientale mediante la massima valorizzazione possibile della produzione di energia pulita, quindi sostenibile.

Altro tema trattato nel corso dell’odierno confronto con il Viceministro è stato quello legato all’incredibile siccità che ha caratterizzato quasi tutto il 2017, rappresentando quanto per i Produttori Idroelettrici sia fondamentale poter recuperare al termine della scadenza naturale dell’incentivo un periodo incentivato pari a quello siccitoso. Gli impianti da fonti rinnovabili fruiscono infatti degli incentivi in un arco temporale determinato dai decreti di riferimento, è pertanto corretto oltre che indispensabile dare la possibilità agli operatori di poter in futuro fruire di quelle risorse non ricevute nel 2017 a causa di calamità naturale. Ciò anche in considerazione del fatto che nonostante la carenza di acqua gli idroelettrici hanno comunque versato ingenti canoni e sovraccanoni.

Nei giorni scorsi l’Associazione ha tenuto altri incontri presso il MISE, volti a trattare temi di attualità per il Comparto. In proposito si ringraziano gli Avvocati Giovanni Battista Conte ed Ambrogio Papa per il prezioso supporto fornito.

L’Associazione desidera ringraziare il Viceministro Bellanova, l’On. Pedica e la Dott.ssa Sara Romano, anch’essa presente all’odierno tavolo, per la disponibilità e l’attenzione mostrata nei confronti della Categoria.