Assoidroelettrica | Ricorso al DM 23 Giugno 2016: la Sentenza
6821
post-template-default,single,single-post,postid-6821,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Ricorso al DM 23 Giugno 2016: la Sentenza

Preso atto che Assoidroelettrica, considerata la formazione di una bozza di nuovo Decreto incentivi che pone sullo stesso piano tutti gli operatori a parità di condizioni e prevede le aste anche per gli impianti idroelettrici, ha rinunciato al ricorso di primo grado, con sentenza 16 luglio 2018 il Consiglio di Stato ha accolto la domanda e per l’effetto ha annullato la sentenza di primo grado rimuovendone gli effetti.


L’Associazione prosegue nel rapporto di collaborazione con il Ministero affinché si giunga all’adozione del nuovo Decreto nel rispetto dei principi già delineati nell’interesse del settore idroelettrico ed a favore di una equiparazione sostanziale di tutti i produttori, che tenga conto della sfavorevole economia di scala in cui incorrono i piccoli ma preziosi impianti.


Premendo il collegamento sottostante è possibile prendere visione integrale della sentenza.


Sentenza del Consiglio di Stato

L’Associazione ringrazia per l’importante lavoro svolto gli Avvocati Giovanni Conte ed Ambrogio Papa, i quali saranno a disposizione degli interessati per ulteriori informazioni, il giorno 21 settembre p.v. all’evento organizzato da Assoidroelettrica a Desenzano.
L’Associazione rammenta che la partecipazione è gratuita previa registrazione, gli interessati sono pregati di inviare quanto prima una mail con i nominativi alla Segreteria.