Assoidroelettrica | Nuovo Decreto FER: dopo l’Esposto di Assoidroelettrica a Bruxelles novità positive per la Categoria
7045
post-template-default,single,single-post,postid-7045,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Nuovo Decreto FER: dopo l’Esposto di Assoidroelettrica a Bruxelles novità positive per la Categoria

Da subito Assoidroelettrica disse no alla fine degli incentivi per gli impianti idro che sottendono tratto d’asta di fiume, lo fece con concrete azioni condotte nella massima riservatezza, iniziate con la presentazione di un esposto alle competenti Direzioni Generali di Bruxelles. Da lì numerosi sono stati i momenti di confronto sia con la Commissione Europea che anche con il MISE.


A Bruxelles l’Associazione ha inviato anche lo Studio in precedenza commissionato al Politecnico di Milano, così da argomentare con comprovati dati oggettivi l’indiscussa necessità del giusto sostegno alle centraline idroelettriche nella loro fase di ammortamento. L’Associazione è assai onorata del fatto che tale studio sia stato preso in considerazione dalla Commissione Europea negli istituzionali momenti di confronto con Roma.


Allo stato attuale risulta importante ai fini dell’accesso all’incentivo degli oltre 550 progetti già cantierabili che le linee guida con le quali queste iniziative sono state autorizzate possano essere approvate dalla DG Ambiente della Commissione.


L’Associazione desidera ringraziare sia le autorità europee che il Sottosegretario Crippa, più volte incontrato, per la disponibilità manifestata nell’attuare quegli strumenti volti a garantire un’aria più pura alle generazioni future.


L’Associazione desidera altresì ringraziare vivamente tutti gli Associati che mediante il sacrificio del contributo della quota associativa consentono il quotidiano lavoro dell’Associazione a tutela della Categoria tutta

.