Assoidroelettrica | Proroghe GSE: in Prima Mattinata un Nuovo Confronto con il Presidente Vetrò
7213
post-template-default,single,single-post,postid-7213,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Proroghe GSE: in Prima Mattinata un Nuovo Confronto con il Presidente Vetrò

Ieri sera il GSE ha reso pubbliche le proroghe ai termini per soddisfare gli adempimenti verso il Gestore, proroghe segnalate da Assoidroelettrica con comunicato 231/2020 puntualmente diramato nel corso della stessa serata.


Nella prima mattina di oggi Assoidroelettrica ha avuto un ulteriore confronto con il Presidente Vetrò, innanzitutto per ringraziarlo e successivamente per segnalare alcune ottimizzazioni di importante interesse per la Categoria.


La proroga di sei mesi in merito al termine dell’8 agosto p.v. riguardante il beneficio degli incentivi D.M. 23 giugno 2016 è indubbiamente preziosissima, appunto perciò è da estendersi anche a quegli impianti i quali, essendo nelle condizioni di aver potuto iniziare i lavori e non si trovandosi in posizione utile nel primo Registro del D.M. 4 luglio 2019, ma che sicuramente potranno risultare tali in una delle successive graduatorie.
Inoltre è importante che quegli impianti in fase di costruzione, iscritti al Registro 2016 in posizione utile, possano anch’essi beneficiare di una proroga così da non incorrere nel decalage degli incentivi; altresì, per quelle centrali ultimate ed iscritte anch’esse in posizione utile nel menzionato Registro 2016, per le quali si sta producendo la documentazione finale da inviare al GSE, è altrettanto importante poter beneficiare di tempi congruamente rapportati all’attuale contesto che vede chiusa la gran parte degli studi professionali.


In merito all’ulteriore confronto tenuto questa mattina con il Presidente del GSE il Direttore Taglioli ha dichiarato: “Desidero nuovamente ringraziare il Presidente Vetrò per avermi puntualmente risposto anche questa mattina, in un momento non certo dei più facili. Lo stesso Presidente mi ha comunicato che si metterà da subito al lavoro assieme ai suoi collaboratori per valutare la natura delle nostre istanze.
Vorrei anche Io rispondere con un cenno di rassicurazione a tutti quegli associati che nel corso della notte, allarmati, mi hanno contattato. In un momento di tale difficoltà, dove molti per altro lavorano in smart working, reputo sia normale che un provvedimento tanto sperato e ieri finalmente raggiunto, allo stato attuale possa comunque necessitare di alcune ottimizzazioni, ritenendo che si debba essere molto soddisfatti dell’attenzione rivolta al problema e della fattiva volontà da parte delle Istituzioni di stare al nostro fianco: lavorando assieme riusciremo a superare la drammaticità di questi momenti, ciò onorando i nostri cari concittadini scomparsi e che purtroppo al termine della pandemia non saranno più tra noi. Concludo ringraziando nuovamente il Presidente Vetrò ed il suo staff per il grande operato.”