Assoidroelettrica | Assoidroelettrica Audita dalla Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati
7432
post-template-default,single,single-post,postid-7432,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Assoidroelettrica Audita dalla Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati

Questa mattina Assoidroelettrica è stata audita dalla X Commissione Permanente della Camera dei Deputati, al fine di esprimere la propria opinioni sui possibili utilizzi futuri dell’energia prodotta dalla fonte idroelettrica, in particolare sul vettore idrogeno.


L’Associazione ha sostenuto che prima di pensare al futuro utilizzo della pregiata energia verde è necessario consolidare l’efficientamento degli impianti garantendo agli operatori le adeguate tutele del caso.
In merito Assoidroelettrica ha fatto presente come sia indispensabile uniformare la durata dei titoli concessori italiani a quella degli altri paesi europei.
L’Associazione nel chiedere ciò ha rappresentato di essere referente per l’Italia di EREF (Federazione Europea delle Energie Rinnovabili) assieme alla quale, avvalendosi della propria struttura legale disponibile negli uffici di Bruxelles, ha prodotto il paper di cui è possibile prendere visione integrale premendo il collegamento sottostante:


Report: Concessioni Idroelettriche UE


Assoidroelettrica evidenzia come nel passato ad esempio sia in materia di quote latte che di zuccherifici, siano stati fatti valere principi simmetrici quanto collegiali tra i vari stati membri, principi fondanti dell’Unione Europea che dovranno essere applicati con rispetto anche in materia di idroelettrico.