Assoidroelettrica | Legge di Bilancio: le Attività che Hanno Evitato l’Aumento dell’IRES
7176
post-template-default,single,single-post,postid-7176,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Legge di Bilancio: le Attività che Hanno Evitato l’Aumento dell’IRES

Trascorso il periodo delle Festività gli operatori di settore possono iniziare il nuovo anno con un importante risultato frutto anche dell’impegno di Assoidroelettrica.
Nel predisporre la Legge di Bilancio lo scorso mese il Legislatore prevedeva un incremento dell’IRES, quindi delle imposte da applicare alla produzione idroelettrica di ben il 3%. Si sarebbero ulteriormente aumentate le imposte a contribuenti che in alcun modo hanno mai evaso un solo euro e che anzi sono protagonisti nel versare quotidianamente ingenti sovracanoni.


Da subito l’obiettivo di Assoidroelettrica è stato quello di aprire un dialogo con le varie forze parlamentari al fine di rappresentare l’esatto contesto in cui agiscono gli operatori idroelettrici, indicando come l’introduzione di un’ulteriore pressione fiscale, se confermata, sarebbe stata insostenibile quanto ingiustificata e sperequativa.


L’Associazione ringrazia oggi quegli esponenti delle camere per l’attenzione mostrata e per il risultato conseguito, rivolgendo in particolare le più sentite espressioni di gratitudine al Senatore Albert Laniece il quale, da subito, si è attivato al fine di avviare l’iter di modifica della norma in fase di stesura.