7833
post-template-default,single,single-post,postid-7833,single-format-standard,mkd-core-2.0.2,mikado-core-2.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-3.3, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.2,vc_responsive

RESTITUZIONE PARZIALE DEL CONTRIBUTO ARERA 2023: ALCUNI CHIARIMENTI

A seguito delle richieste di diversi operatori l’Associazione, con l’intento di fare ulteriore chiarezza sul tema, rende noto che inizialmente – con delibera n. 395/2023/A – ARERA aveva definito l’aliquota pari allo 0,25 per mille relativa al calcolo del versamento dovuto per il contributo per il funzionamento dell’Autorità stessa per l’anno 2023 dei soggetti operanti nei settori energia elettrica e del gas.


Successivamente con deliberazione numero 562/2023/A la stessa ARERA aveva dato disposizioni urgenti sul contributo stesso ed in considerazione del fatto che “i dati relativi ai versamenti effettuati dai soggetti regolati alla data ultima prevista per il pagamento del contributo fissata al 15 novembre 2023 hanno evidenziato, limitatamente agli operatori dei settori dell’energia elettrica e del gas, a causa della forte volatilità dei prezzi riscontrata nell’anno precedente, valori economici significativamente superiori alle previsioni”, ha deliberato la restituzione agli operatori del 40% del contributo dagli stessi già versato, disponendo inoltre che gli interessati a tale restituzione debbano inviare ad ARERA, per mezzo della procedura telematica sul proprio sito Internet, andando ad indicare l’importo già corrisposto, l’importo da restituire e l’IBAN della banca su cui deve avvenire l’accreditamento.


Inoltre con determinazione numero 094-2023 DAGR ARERA ha stabilito che per importi versati sino ad un valore pari a 167,00 €, la restituzione del corrispettivo è totale.


La richiesta di rimborso deve essere effettuata entro venerdì 16 febbraio 2024.


Si ringraziano Filippo Maggia e la E2O Group Srl per la collaborazione e gli approfondimenti del caso.