Assoidroelettrica | È Salva la Graduatoria del D.M. 23 giugno 2016: Riformata la Sentenza a Favore della Mallero Energia
7472
post-template-default,single,single-post,postid-7472,single-format-standard,cookies-not-set,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_text_scaledown,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

È Salva la Graduatoria del D.M. 23 giugno 2016: Riformata la Sentenza a Favore della Mallero Energia

Con sentenza n.8297/2021, pubblicata poc’anzi, il Consiglio di Stato ha riformato la sentenza TAR Lazio n. 11408/2020, con cui era stata annullata la graduatoria degli impianti iscritti al Registro IDRO_RG2016, sancendo, in particolare, l’inammissibilità del ricorso al T.A.R. proposto dalla Mallero Energia S.r.l.


La sentenza, secondo quanto già osservato in sede cautelare, ribadisce l’effetto preclusivo, ai fini dell’ammissibilità del ricorso in primo grado, della rinuncia come formalizzata dalla Mallero Energia S.r.l., all’atto di intervento ad adiuvandum nel giudizio di primo grado, a valere anche come ricorso autonomo, nonché ai successivi atti depositati.


Tra tali successivi atti, ha precisato il Consiglio di Stato, potrebbe ricomprendersi, data l’ampiezza della formulazione della rinuncia, anche il ricorso che ha determinato, in primo grado, l’annullamento della graduatoria ai sensi del D.M. 23.06.2016 e la esclusione della Mallero Energia S.r.l.


In altre parole, la successiva rinuncia espressa dalla Mallero Energia S.r.l. ha determinato il venir meno del ricorso e, di conseguenza, della sentenza TAR con cui era stato accolto tale ricorso.
Ne deriva che devono ritenersi ormai consolidati ed intangibili nei loro effetti il D.M. 23 giugno 2016, il bando del 20 agosto 2018 (non impugnato) e la relativa graduatoria degli impianti iscritti al Registro IDRO_RG2016 con definitiva salvezza degli incentivi spettati ai produttori inseriti in tale graduatoria.


Nel merito, pertanto, sono state accolte le argomentazioni processuali espresse dinanzi al Consiglio di Stato da Assoidroelettrica, a sostegno dell’appello presentato dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A.


L’Associazione ringrazia il GSE ed in particolare il Presidente uscente Francesco Vetrò per quanto fatto a suo tempo ed il nuovo Amministratore Unico, Andrea Ripa di Meana, oltre i rispettivi staff, per la sempre rinnovata collaborazione.


Assoidroelettrica ringrazia infine l’Avv. Ambrogio Papa per l’efficace assistenza a difesa dei diritti degli associati e resta a disposizione di tutti i produttori per fornire le informazioni ed i chiarimenti necessari in merito alla questione.